Globi d’Oro 2013, vince L’Intervallo di Leonardo Di Costanzo

di Pina

Sono stati consegnati a Roma i Globi d’oro, riconoscimenti conferiti al cinema italiano da parte della Stampa Estera accreditata in Italia. Parliamo di giornalisti che provengono da più di venti paesi.

Il premio più importante è andato a “L’Intervallo” di Leonardo Di Costanzo che, stando alla motivazione della giuria ha ripreso con grande pudore, sensibilità e poesia una realtà difficoltosissima da raccontare con tutte le sue sfumature.

Il Globo D’Oro per La migliore regia è stato invece conferito a Daniele Ciprì per “È stato il figlio”.

Per la stampa estera, quello di Ciprì è un film originale nella forma e profondo nella sostanza. Un film che va dritto al cuore dei problemi dell’Italia.

Il Premio alla miglior opera prima è andato invece a “Miele” di Valeria Golino, considerato come un film drammatico e aspro, sottile e sensibile che si confronta bene con il tema dell’eutanasia senza intenti ideologici o verità precotte.

I premi per miglior attore e miglior attrice sono stati assegnati ad Alessandro Gassman per “Razzabastarda” e Jasmine Trinca, sempre per la sua interpretazioe in “Miele”.

I vincitori dei Globi d’Oro

Gran Premio: “L’Intervallo” di Leonardo Di Costanzo;

Miglior regia: “E’ stato il figlio”, di Daniele Ciprì;

Miglior opera prima: “Miele”, di Valeria Golino;

Miglior attore protagonista: Alessandro Gassman per “Razzabastarda”;

Miglior attrice protagonista: Jasmine Trinca per “Miele”.

Migliore Fotografia: Luca Bigazzi per “La grande bellezza”;

Migliore Sceneggiatura: Giorgia Farina e Fabio Bonifacci per “Amiche da morire”;

Migliore Musica: Franco Piersanti per “Io e te”.

Migliore Documentario: Filippo Soldi per “Suicidio Italia”;

Migliore Cortometraggio: Gianpiero Alicchio per “L’appuntamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>