Il cinema delle Quirinarie

di Pina

Non si parla d’altro. Anche se i modi e i toni delle disquisizioni sul’argomento sono più da bar che da politica: il mandato del Presidente Giorgio Napolitano sta per scadere e tutti i nostri rappresentati stanno cercando di eleggere un nuovo capo dello Stato.

La diatriba politica è più accesa che mai, tra inciuci, rinunce e candidature surreali e c’è anche chi, tra tutti coloro che siedono su quelle ambite poltrone, ha colto l’occasione per divertirsi un po’. Peccato che le votazioni siano segrete, perché sarebbe stato interessante chi è tra tutti loro ad avere tutta questa fantasia.

Sì, perché tra i vari nomi che sono spuntati alle votazioni per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica italiana ce ne sono alcuni che hanno davvero dell’incredibile, molti dei quali presi dalle fila del cinema italiano.

Il primo nome strano, uscito alla prima tornata di votazioni, un nome che alla lettura del nome ha fatto gelare il sangue a qualcuno e fatto ridere molti altri, è quello del Conte Raffaello Mascetti. Proprio lui, l’irriverente Conte portato sullo schermo da Ugo Tognazzi in Amici Miei, colui che è passato alla storia come l’inventore della supercazzola “prematurata”.

Conte Mascetti – La supercazzola dell’ospedale

Dopo il Conte Mascetti il ghiaccio era ormai rotto. Alla seconda tornata di votazione si sono moltiplicati i nomi che poco hanno a che fare con la politica: da Sophia Loren a Fiorello, passando per due nomi che mai ci saremmo aspettati in contesto del genere come quello di Valeria Marini e, ancor di più, quello del re del cinema hard italiano Rocco Siffredi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>