Operazione vacanze, recensione del film con Jerry Calà

di Pietro Ferraro Commenta

Bebo Conforti (Jerry Calà), noto cantante di piano bar, è costretto a fuggire nel bel mezzo di un’esibizione, onde evitare che gli scagnozzi del boss malavitoso Fefè Lucanica (Francesco Pannofino) gli facciano pagare a caro prezzo l’aver messo incinta la graziosa Monica (Benedetta Vallanzano), l’unica e amata figlia di Fefè.

In realtà Monica per ripicca ha mentito, perchè il vero padre del suo bambino è un cameriere, ma la ragazza ben si guarderà dal confessarlo all’iracondo Fefè costringendo Bebo ad una repentina fuga che tra inseguimenti e travestimenti lo porterà in un villaggio turistico della Basilicata.

Giunto in loco Bebo si spaccerà per il celebre animatore Lello Spada (Rocco Ciarmoli) e divenuto capo villaggio si troverà ad incontrare una singolare galleria di eccentrici personaggi: lo strambo animatore Spino (Massimo Ceccherini), una coppia di coniugi tedeschi in trasferta (Dana FerraraAntonio Fiorillo), la single Vanessa (Anna Rita Del Piano), la fascinosa femme fatale Nadia (Valeria Marini), l’industriale fresco di separazione Dottor Picozza (Maurizio Mattioli) e la guardia giurata Nando (Enzo Salvi) che ha perso il lavoro e non sa come pagare la vacanza alla sua famiglia, ma soprattutto come confessarlo alla moglie Miranda (Manuela Morabito).

Cogliamo l’occasione dell’uscita in DVD di Operazione vacanze per recensire la commedia a sfondo vacanziero diretta da Claudio Fragasso (Le ultime 56 ore), che arriva sulla scia dell’estivo cinecocomero a sua volta digressione balneare del famigerato Cinepanettone natalizio. Il film con protagonista Jerry Calà (Torno a vivere da solo) vuol essere una sorta di rifacimento della serie tv anni ’80 Professione vacanze, che vedeva Calà nei panni del direttore di uno sgangherato villaggio turistico.

Recensire un film come quello confezionato da Fragasso è un po’ come sparare sulla Croce Rossa, è palese che il regista, uno degli ultimi baluardi del cinema di genere italiano che proviene dall’action e dall’horror, si trovi ben poco a suo agio con la commedia, tanto da sfoderare una regia di stampo televisivo, idem per la sceneggiatura infarcita di ingenuità da sit-com all’italiana, per non parlare dell’invasivo utilizzo di inserti pubblicitari, pardon di Product Placement, che tra una scena e l’altra allestiscono addirittura degli sfacciati e piuttosto imbarazzanti siparietti da televendita.

L’Operazione vacanze di Calà e colleghi però non è priva di elementi positivi, tolta Valeria Marini impegnata a far la Marini e i troppi elementi macchiettistici che affliggono i diversi personaggi, il film vede un Enzo Salvi sorprendentemente contenuto, il tipico turpiloquio libero da cinepanettone sembra aver lasciato spazio ad una comicità meno triviale e sguaiata (anche per Ceccherini è lo stesso) e tra le performance più riuscite c’è senza dubbio quella del protagonista Jerry Calà mattatore assoluto del film.

Operazione vacanze resta così un film a mezzavia, da un parte non osa lanciarsi con convinzione nell’orgoglio trash che ha contraddistinto i cinepanettoni degli ultimi anni, dall’altra non riesce neanche a trovare una coralità di stampo prettamente cinematografico, che prenda le debite distanze dall’ingenua e casereccia simpatia nazional-popolare della serie tv cui si ispira, restando di fatto nel limbo di quei film già bell’è pronti per un passaggio televisivo o un innocuo noleggio in videoteca.

Disponibile in DVD e Blu Ray dal 19 settembre 2012

Formato video: 1.78 PAL
Tracce audio: Italiano DTS-HD Master Audio – 5.1 / Italiano Dolby Digital – 5.1
Sottotitoli: Italiano
Contenuti extra: Backstage / Papere / Scene eliminate / Videoclip / Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>