L’innocenza di Clara, prima clip e locandina del film di Toni D’Angelo

di Pietro Ferraro

Disponibile online una prima clip per il drammatico L’innocenza di Clara di Toni D’Angelo che fruirà di un’anteprima al Courmayeur Noir in Festival 2012 (10 – 16 dicembre). Il film è interpretato da Chiara Conti, Luca Lionello, Alberto Gimignani, Bobo Rondelli, Giulio Beranek, Rosanna Gentili, Irene Goloubeva e Alfredo Piano.

Maurizio e Giovanni, amici sin dall’infanzia, sono cresciuti in un borgo d´alta montagna ai confini fra Toscana e Liguria nella zona della Lunigiana. Ora hanno circa quarant’anni. Il primo ha investito tutti i suoi averi in una cava di marmo, uno squarcio di un bianco intenso nella montagna. Giovanni invece scolpisce statuette di marmo e ha una vita monotona. E’ sposato con Luisa con la quale ha una figlia, Angela, ragazza introversa e ribelle.

Giovanni e Maurizio condividono una grande passione: la caccia. Nei momenti liberi, i due salgono sui monti, attraversano valli, pendii, bivaccano al bordo di sorgenti in una natura estrema, incontaminata. Il loro è un rapporto indissolubile, ma che nasconde anche rivalità e antiche gelosie… Un nuovo accadimento viene a turbare la vita di tutti. Un giorno Maurizio conosce Clara, una donna bella ed elegante, di grande vitalità e fascino. Il loro è un incontro casuale che diviene subito idillio. Maurizio viene trascinato da Clara come da un vortice e in breve decidono di sposarsi. Clara cerca di calarsi nei panni della moglie perfetta, ma quella non è la sua natura e lentamente un senso di noia, frustrazione, infelicità, comincia ad affiorare. Clara è sempre più insofferente e l’amicizia con Giovanni rappresenta per lei un modo di penetrare negli occhi e nei pensieri del marito; ma per Giovanni, Clara diventa l’inusuale apertura ad una spontaneità che prima non aveva mai conosciuto… L’insieme degli eventi sfugge ormai a qualunque regola di appartenenza, il tempo scandisce un intrigo di ossessioni condivise ma senza respiro che nell’impeto del loro manifestarsi esplodono senza alcuna altra possibilità di rimedio. Un funerale, e appena pochi giorni dopo un altro sparo…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>