Il villaggio di cartone, Ermanno Olmi: “Il vero tempio è la comunità umana”

di Diego Odello

Ermanno Olmi oggi ha presentato fuori concorso al Festival di Venezia 2011 il suo ultimo film, Il villaggio di cartone: il maestro ha sintetizzato in poche parole il significato della suo opera:

Vorrei suggerire ai cattolici – e io sono tra questi – di ricordarsi più spesso di essere anche cristiani. Il vero tempio è la comunità umana.

Nel film la chiesa viene trasformata in un rifugio per gli immigrati. Olmi spiega:

Chiaramente quelle scene sono finalizzate a segnalare che più ci liberiamo degli orpelli, più entriamo in contatto autentico con le persone, altrimenti siamo solo maschere di cartone.
 La chiesa è la casa, se non apriamo la casa agli altri anche la nostra casa interiore non si apre agli altri uomini. E ci tengo a dire che gli orpelli dei conformismi culturali sono più pericolosi e nocivi di tutti gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>