Con il fiato sospeso di Costanza Quadriglio, da Venezia 70 alla tv

di isayblog4

“Con il fiato sospeso” di Costanza Quadriglio è stata una bella sorpresa che ci ha riservato la 70° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove il film si è aggiudicato il Premio Gillo Pontecorvo – Arcobaleno Latino per il miglior film di lingua latina.

Dopo il passaggio in sala, il film arriva anche sul piccolo schermo: a trasmetterlo sarà Rai 3 il 7 gennaio 2014.

Si tratta di un film breve, della durata di 35 minuti nel cui cast ci sono Alba Rohrwacher, Michele Riondino, Gaetano Aronica e Anna Balestrieri e racconta, attraverso l’esperienza di Stella, il brutto caso di cronaca accaduto all’Università di Catania, chiusa per sospetto inquinamento ambientale.

“Con il fiato sospeso” è il frutto di una lunga documentazione, nata a seguito del ritrovamento del memoriale del dottorando Emanuele Patané, morto di tumore al polmone nel 2003, che mette in luce l’obsolescenza di strutture preposte alla ricerca oltre all’amara constatazione della ricattabilità in cui spesso vivono gli studenti universitari.

Con il fiato sospeso, la trama

Stella studia farmacia all’università e sta quasi per concludere il suo corso di studi e per la preparazione della tesi viene inserita in un gruppo di ricerca. Stella passa i suoi giorni in laboratorio, ma pian piano inizia a capire che nei laboratori di chimica qualcosa non va: l’ambiente è insalubre e qualcuno comincia a star male, anche se i professori parlano di coincidenze. L’amica Anna, che ha lasciato gli studi per suonare in un gruppo indie-punk, vorrebbe che Stella smettesse di lavorare in quei laboratori; Stella, al contrario, non vuole rinunciare al suo sogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>