Giancarlo Giannini torna alla regia con Ti ho cercata in tutti i necrologi

di Pina

Seconda prova da regista per Giancarlo Giannini che torna dietro alla macchina da presa  dopo 25 anni dal primo film da lui diretto. Era il 1987 quando il pluripremiato attore e doppiatore italiano diresse Terno Secco, e ora, dopo questa lunghissima attesa, ci propone una pellicola dal titolo Ti ho cercata in tutti i necrologi.

Ti ho cercata in tutti i necrologi, film che vede Giannini nei panni di regista, interprete e produttore, sarà nelle sale italiane a partire dal 30 maggio.

 

Il film Ti ho cercata in tutti i necrologi, presentato in anteprima mondiale al Giffoni Film Festival – Memorial de America Latina, è un thriller mistico ricco di sfumature e contraddizioni, che si ispira a fatti realmente accaduti e ripercorre il viaggio spirituale di un uomo in cerca del senso della sua esistenza, che resterà travolto in una storia di amore assoluto ed appassionato.

Quest’uomo è Nikita (interpretato da Giannini) al cui fianco ci saranno F. Murray Abraham Silvia De Santis.

Ti ho cercata in tutti i necrologi – La sinossi del film

Nikita si trova coinvolto in una partita a poker in una sperduta villa fuori Toronto. Perde molto e per poter estinguere il suo debito di gioco gli verrà proposta una caccia all’uomo, dove lui sarà la prede.

20 minuti lo separano dai creditori che, con i fucili in mano, avranno quel lasso di tempo per stanarlo ed ucciderlo, se riuscirà a salvarsi, il suo debito sarà estinto.

Nikita riesce nell’impresa ed entrerà in una nuova intima dimensione dove il terrore e la follia si insinueranno lentamente e misteriosamente nella sua vita, a tal punto da non desistere dal desiderio di essere ‘cacciato’. L’incontro con una bella e giovane donna complicherà la trama del film senza permettere di mettere al parola fine al film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>