A Cannes arriva un tris di italiani

di Pina

L’atmosfera si fa sempre più tesa. Stasera inizierà la 66° edizione del Festival di Cannes e tutti si stanno preparando al grande evento di questa sera, la proiezione in anteprima mondiale dell’attesissimo Il Grande Gatsby.

Sarà una Croisette ricca, sia nella quantità che nella qualità, nella quale anche l’Italia ha trovato un suo spazio. Piccolo, ma comunque ben assortito.

Chi sono, quindi, gli italiani che solcheranno il tappeto rosso della Croisette?

Il primo, e quello su cui si sta concentrando di più l’attenzione, è senza dubbio La Grande Bellezza. Paolo Sorrentino torna per la quinta volta a Cannes e presenta un film che è un omaggio velato al grande Federico Fellini e che ci porta in una Roma da dolce vita, con un istrionico Toni Servillo a fare da Virgilio in questo viaggio tra l’Inferno e il Paradiso della capitale.

Presentato in Concorso, La Grande Bellezza sarà nelle sale a partire dal 21 maggio.

La Grande Bellezza – Il trailer

Insieme a Sorrentino sfileranno a Cannes due opere prime.

Per la sezione Un Certain Regard l’Italia sarà rappresentata da Miele, il film che, uscito nelle sale da poco, ha segnato il debutto alla regia di Valeria Golino. Miele è un film che parla di morte e di suicidio assistito, un tema delicato e difficile che Valeria Golino, assistita nel compito dalla bravissima Jasmine Trinca e da Carlo Cecchi, affronta con coraggio e originalità.

Miele – Il trailer

Terzo italiano a Cannes è Salvo, che vedremo a La Semaine de la Critique. Un film diretto a quattro mani da Antonio Piazza e Fabio Grassadonia che ci racconta la storia di Salvo, killer di mafia che, mentre esegue il suo terribile lavoro, incontra Rita, sorella cieca della sua vittima, che riacquisterà la vista proprio mentre cerca di salvare il fratello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>