Cinema italiano in sala dal 22 novembre 2012: Il peggior Natale della mia vita, Dracula 3D, E la chiamano estate, Twende Berlin, Vasco Live Kom 011

di Pietro Ferraro

Consueto appuntamento con le uscite cinematografiche del giovedì per quanto riguarda il cinema italiano. Oggi debuttano nelle sale la commedia Il peggior Natale della mia vita che si candida a conquistare la vetta del box-office, l’atteso Dracula 3D di Dario argento e il controverso E la chiamano estate con Isabella Ferrari eletta miglior attrice al Festival di Roma 2012.

Gli altri due titoli in cartellone oggi puntano ad un pubblico di nicchia, c’è il documentario musicale Twende Berlin e il film-concerto Vasco Live Kom 011 – L’indimenticabile concerto di S.Siro, che rimarrà nelle sale solo oggi e domani.

IL PEGGIOR NATALE DELLA MIA VITA (commedia di Alessandro Genovesi con Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Antonio Catania, Diego Abatantuono, Anna Bonaiuto, Dino Abbrescia):

A tre giorni dal Natale, Giorgio (Antonio Catania), sua moglie Clara (Anna Bonaiuto) e la loro figlia Margherita (Cristiana Capotondi) sono stati invitati a passare le vacanze nel castello di Alberto (Diego Abatantuono), mentre Paolo (Fabio De Luigi), il marito di Margherita li raggiungerà in un secondo momento. Il castello è un piccolo gioiello tra le pendici innevate del Monte Rosa che Alberto ha acquistato di recente, dopo essere scampato a una malattia per cui tutti lo davano per spacciato. La vita, per lui, è diventata ora una nuova, meravigliosa avventura; pensa di lasciare a Giorgio, già suo vice, il comando dell’azienda. Giorgio è molto teso, sia per la promozione “amicale”, che per l’imminente arrivo di Paolo. Margherita è al nono mese di gravidanza e ha deciso di partorire in acqua: manca ancora qualche settimana alla data prevista, ma ha comunque obbligato Paolo a ritirare una piscina portatile da usare in caso di necessità. Al castello c’è anche la figlia di Alberto, Benedetta (Laura Chiatti), anche lei incinta e amica di vecchia data di Margherita, anche se tra le due, che hanno fatto scelte di vita radicalmente diverse, il rapporto non è molto disteso. Il povero Paolo, che nemmeno il Natale riesce a rendere meno inopportuno, combina un disastro dopo l’altro, accanendosi, suo malgrado, proprio su Alberto e il suo castello.

DRACULA 3D (horror di Dario Argento con Thomas Kretschmann, Marta Gastini, Asia Argento, Rutger Hauer, Unax Ugalde, Miriam Giovanelli):

TRANSILVANIA, 1893. La vista di una fotografia esposta a casa di Lucy, che ritrae Mina e Jonathan Harker, sposi felici nel giorno delle nozze, è la molla che fa scattare la furiosa bramosia del Conte Dracula, che rivede in Mina la reincarnazione della sua amata, Dolingen De Gratz, morta più di 400 anni prima. Con l’ausilio delle sue adepte Lucy e Tania, il Conte Dracula riesce a condurre Jonathan Harker e sua moglie nel proprio castello, con la promessa di un lavoro. Ma le reali intenzioni del Conte appaiono subito evidenti: ricongiungersi con il suo eterno amore Dolingen/Mina, eliminando qualsiasi ostacolo glielo impedisca. Inizia così un vorticoso intreccio di violenza, inganno e passione, che sconvolge gli equilibri del piccolo villaggio di Passo Borgo. Solo il sopraggiungere di Abraham Van Helsing, conoscitore del vampirismo e “vecchia conoscenza” del Conte, riporterà la normalità nella vita del villaggio… ma non prima di una spettacolare ed emozionante sfida finale che vedrà contrapporsi i limiti dell’umanità e la dannazione eterna.

E LA CHIAMANO ESTATE (drammatico di Paolo Franchi con Isabella Ferrari, Jean-Marc Barr, Luca Argentero, Filippo Nigro, Eva Riccobono, Anita Kravos):

Dino e Anna sono una coppia di quarantenni. Si amano intensamente ma la loro non è una relazione convenzionale: tra loro non c’è mai stato un rapporto fisico. Dino si è sottratto a questo, come se dentro di lui ci fosse una scissione netta e dolorosa tra eros e amore. Dino ha una personalità introversa e complessa. La morte suicida dell’unico fratello, Gianni, cui lui era molto legato e il successivo abbandono da parte della madre lo hanno profondamente segnato, lasciandogli nel cuore una ferita aperta e indelebile. Tormentato per non riuscire a vivere con Anna tutte le esperienze di un rapporto d’amore, Dino non è in grado di accettare l’aiuto di nessuno, nemmeno del suo psicologo, e il suo malessere si esplicita in un comportamento estremo che lo porta ad avere compulsivi rapporti sessuali con prostitute. La sua deriva lo conduce ad andare in cerca degli ex fidanzati di Anna per sapere come fosse stato il loro rapporto, fino a chiedere a loro di tornare con lei. Una sorta di autopunitivo delirio di volere allontanare da sé l’unico bene prezioso che ha: Anna…

TWENDE BERLIN (documentario / musicale di Upendo Hero e Dottor Farasi):

Viviamo in città sempre più massificate, asservite ai bisogni di multinazionali fameliche. I nostri spazi si riducono e la possibilità di interagire umanamente attraverso musica e sentimenti, ingrigiscono come le pareti di un’anonima periferia industriale.
Così nasce Upendo Hero, il supereroe dell’amore e dello spazio pubblico che dopo 37 anni di prigionia in un centro commerciale, spezza le catene e si unisce a un gruppo di musicisti keniani nella loro avventura in Europa.
Il progetto di scambiare interessi culturali con artisti berlinesi prende corpo e diventa una vera e propria battaglia per la libera espressione artistica negli spazi pubblici all’insegna di una innovativa e avvincente culturale musicale.
Twende Berlin (Andiamo a Berlino) si snoda leggero e diventa molto più di un lungometraggio musicale. Come un patchwork arcobaleno condito da ritmi travolgenti, scorre gradevole e porta con sé un grido di rabbia pacifica, condiviso dalle generazioni più giovani, non solo africane. Una vera e propria dichiarazione d’intenti all’insegna della libertà, che attraverso la musica si fa portavoce di tematiche sociali assolutamente attuali.
Sotto lo scudo del progetto Urban Mirror che si ripropone di intrecciare arte e spazi pubblici, esprime attraverso il ritmo una voglia di riscatto coinvolgente e non invasiva. In modo dolce, calibrato, offre un abbraccio nuovo in un mondo che non sembra più abituato a riceverli.
Twende Berlin è un mix gradevolissimo di musica, arte e spunti per riflettere. Un lavoro nuovo dalle tematiche molto profonde.

VASCO LIVE KOM 011 – L’INDIMENTICABILE CONCERTO DI S. SIRO (documentario / musicale con Vasco Rossi):

Alla vigilia della partenza per il “Live Kom 011” Vasco scriveva: “Un tour e’ un lungo viaggio.. comincia mesi prima, con la preparazione atletica e la concentrazione. E’ un periodo di grande intensità emotiva. L’inizio delle prove, quando ogni giorno le idee, i dubbi e le incertezze sono accompagnati dalla musica che mi tranquillizza.
Le prime prove “sul palco” quando me lo guardo incantato e me lo godo..
e naturalmente la prima data. Poi la seconda…la terza..la quarta..e cosi’ via. Cambiano gli alberghi, gli scenari, la tensione e’ continua ma quando comincia la musica ogni volta e’ una libidine unica”. Il leggendario concerto di Vasco Rossi allo stadio San Siro di Milano del giugno 2011, 4 sold out di fila, campione di incassi del primo semestre e nominato tra gli artisti più importanti di Live Nation nel mondo. Grazie alla potenza dell’audio Dolby Stereo e alla forza delle immagini, tutti i fan saranno catapultati in quelle indimenticabili due ore di show e potranno ascoltare le canzoni protagoniste del “Live Kom 2011 Tour”. E rivivere quei momenti dal grande schermo e in compagnia di altre centinaia di fan, sarà come essere di nuovo lì.

PER TUTTE LE ALTRE USCITE DELLA SETTIMANA CLICCATE QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>