Box office Italia 2012: a Natale il cinema italiano vince, ma gli incassi languono

di Pietro Ferraro

Non è bastata la buona notizia di due titoli italiani, le commedie Colpi di fulmine e I 2 soliti idioti, piazzatisi nei primi due posti degli incassi natalizi per attutire la pessima notizia di una notevole e ulteriore flessione degli incassi nelle sale registrata durante queste festività. Secondo quanto riporta il sito Cinecittanews il cinema italiano ha incassato il 33,9% in meno rispetto al 2011, periodo quest’ultimo in cui si era già avuta un’ulteriore flessione rispetto al 2010.

Un trend negativo che ha visto gli incassi dello scorso 25 dicembre registrare 5.346.103€ (pari a 714.052 biglietti staccati) che rispetto all’anno scorso con 7.581.207 € (pari a 1.029.437 di biglietti) mettono in evidenza una perdita tra il 2011 e il 2012 di 2.235.000€.

Pietro Valsecchi della Taodue, produttore de I 2 soliti idioti, propone una cura all’emorragia di spettatori:

Ci vorrebbe una rivisitazione complessiva della filiera compreso il prezzo del biglietto che dovrebbe scendere a 5 euro. Andrebbe riformato tutto il sistema, se continua così non si va più avanti. Quest’anno molto probabilmente nessun film toccherà i dieci milioni di euro e questa è una cosa preoccupante.

Giampaolo Letta di Medusa fa invece un appello al premier Mario Monti per contrastare il fenomeno della pirateria audiovisiva con una normativa efficace:

Bisogna intervenire urgentemente con una normativa efficace che è già pronta, basta un input politico forte.

Infine il regista di Colpi di fulmine, il veterano Neri Parenti, intervistato dal quotidiano Il Tempo è piuttosto pessimista per il 2013:

Purtroppo, soprattutto per i film italiani, non vedo buone prospettive. Pirateria e recessione lo penalizzeranno. Pensi che il mio film è in rete su un sito che va per la maggiore. E’ stato già scaricato 100.000 volte e nessuno può farci niente. Oggi per muovere lo spettatore ci vuole l’evento e nei listini dei film italiani del prossimo anno eventi non ne vedo. Tanti piccoli tentativini.

Chiudiamo con due classifiche generali (via Cinetel) che mettono a confronto i primi dieci film visti quest’anno nel giorno di Natale e Santo Stefano con il medesimo periodo del 2011 in cui si registra una perdita in biglietti staccati del 25% e un -23% d’incassi.

I primi dieci film del 2012:

1) Colpi di fulmine – ITA – Universal – 2.787.124 € – 395.007
2) Lo Hobbit – NZL – Warner – 2.416.714 € – 278.941
3) I 2 soliti idioti – ITA – Medusa – 2.336.042 € – 318.286
4) Tutto tutto niente niente – 01 – 1.925-882 € – 272.027
5) Ralph Spaccatutto – USA – Walt Disney – 1.235.739 € – 165.618
6) Vita di Pi – USA – Fox – 1.233.787 € – 147.387
7) La regola del silenzio – USA – 01 – 743.155 € – 104.278
8) Sammy 2 – COP – Eagle Pictures – 321.954 € – 46.359
9) Le 5 leggende – USA – Universal – 284.649 € – 40.225
10) La parte degli angeli – COP – BIM – 197.560 € – 29.756.

I primi 10 film del 2011:

1) Vacanze di Natale a Cortina – Filmauro – 4.090.735 € – 584.467
2) Sherlock Holmes: gioco di ombre – Warner – 3.915.275 € – 539.566
3) Il gatto con gli stivali – Universal – 3.288.046 € – 383.076
4) Finalmente la felicità – Medusa – 3.039.117 € – 429.137
5) Capodanno a New York – Warner – 1.177.199 € – 160.219
6) Le idi di marzo – 01 – 739.414 € – 105.365
7) Il figlio di Babbo Natale – Warner – 636.601 €- 80.294
8) Il principe del deserto – Eagle – 386.555 € -53.901
9) Midnight in Paris – Medusa – 375.756 € 55.400
10) The Artist – BIM – 139.369 € 21.720.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>