Black Block, il documentario: il commento della critica

di Diego Odello

Al Festival di Venezia 2011 ieri è stato presentato Black Block, il documentario di Carlo A. Bachschmidt, che raccoglie le testimonianze e le memorie di sette dei ragazzi che si trovarono nella scuola Diaz di Genova nel 2001, durante il G8, quando l’istituto fu preso d’assalto dalla polizia. Ecco cosa scrive la carta stampata:

La Repubblica scrive:

Black Block è un documento impressionante e toccante per la semplicità senza rabbia dei racconti, per l’umanità delle persone intervistate, che si espongono con tutta la loro forza e la loro fragilità: è un documento più duro di una notte in cui sembrò spegnersi la ragione.

Il corriere della sera lo definisce:

Una cronaca asciutta e agghiacciante.

Il giornale titola:

Alla fine di Black Block tifo da stadio contro la polizia.

Il tempo introduce le parole del regista usando i termini “Intenso” “Scioccante”:

L’intenso, anche scioccante, filmato sulle violenze durante il G8 di Genova 2001 con il blitz notturno alla scuola Diaz e le torture alla caserma di Bolzaneto, «é nato da un progetto collettivo di chi ha vissuto quei giorni e non ha mai perso il contatto – ha proseguito Bachshmidt – Da lì, l’osmosi con il progetto cinematografico della Fandango, il film sulla Diaz che Daniele Vicari ultimerà proprio oggi.

Black Block uscirà direttamente in versione libro e dvd dal 15 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>