Videocittà, dal 19 al 28 ottobre a Roma

di Antonio Ruggiero Commenta

Dal 19 al 28 ottobre si tiene a Roma Videocittà, una manifestazione che racconta e promuove tutto ciò che riguarda l’audiovisivo

Videocittà è una manifestazione che si terrà a Roma dal 19 al 28 ottobre e che narra e pubblicizza il mondo legato all’audiovisivo e come paese ospite troviamo l’India, che proprio quest’anno celebra il settantesimo anniversario dei rapporti bilaterali con il nostro paese, ma parliamo meglio dell’evento subito dopo il salto.

Videocittà, dettagli

Nei dieci giorni di eventi, Videocittà intende valorizzare uno straordinario patrimonio storico-culturale, artistico e artigianale legato all’immagine in movimento, scegliendo come strumento di comunicazione la Formazione, ovvero il racconto dei mestieri con la possibilità di partecipare ad eventi straordinari.

Lezioni con Costumisti, Scenografi, Creatori di effetti speciali ed altre figure che rappresentano una espressione unica del Made in Italy e svelano potenziali occupazioni future in molti comparti, dalla creatività, alla comunicazione all’artigianato. Incontri con personaggi formidabili di mondi paralleli come la moda e l’arte contemporanea, in un percorso che si sviluppa su 42 location tra cui luoghi suggestivi non sempre accessibili, nei quali assistere a eventi coinvolgenti e formativi.

Organo vitale di Videocittà sarà la Video Factory: un luogo creato per incontrare e conoscere i protagonisti dei mestieri del cinema con vere e proprie masterclass tenute dalla viva voce di Premi Oscar, costumisti, scenografi, creatori di effetti speciali e altre figure di eccellenza internazionale.

Teatro di questa scuola trasversale sarà, dal 20 al 28 ottobre, l’Ex Dogana di San Lorenzo, raro spazio di archeologia industriale romana dove le maestranze più qualificate dell’industria audiovisiva e gli specialisti dei talent nazionali e internazionali presenteranno gratuitamente nuovi panorami sia di conoscenza che di possibili opportunità professionali e occupazionali.

La Scuola partner sarà l’Istituto Cine TV Roberto Rossellini con i suoi 1400 studenti che, nell’ambito del programma ministeriale Alternanza Scuola Lavoro, forniranno un supporto creativo concreto, anche di comunicazione e documentazione dell’evento.

Gli studenti parteciperanno come veri professionisti del settore sia documentando con video e backstage tutta la manifestazione che realizzando attività laboratoriali per mettere in scena i mestieri del cinema, sulla base delle specializzazioni dell’Istituto: ripresa, suono, montaggio, produzione ed edizione, animazione, fotografia.

Accanto alla Formazione, il rapporto fra l’Antico e il Contemporaneo sarà uno degli elementi di rilancio di una Roma che si proietta verso il futuro, forte di solide radici antiche, come nel ponte ideale fra il Colosseo e il Palazzo della Civiltà dell’EUR : due Colossei che esprimono l’epica del futuro, partendo da quello antico e arrivando a quello moderno con un capolavoro di mapping di Laszlo Bordos, grazie a Fendi.

Considerato il più grande videomapper vivente, Laszlo Bordos aveva dichiarato che il Colosseo Quadrato era fra le sue mete progettuali più ambite e ora, dopo le operazioni monumentali di Helsinki, Bucarest e Dubai, grazie a Videocittà realizza quest’opera; ecco come ha commentato il suo lavoro:

La mappatura in 3D è una nuova forma d’arte. Gli artisti di oggi possono proiettare le loro idee sulle facciate tridimensionali di edifici. L’idea ha sempre bisogno di ispirazione e l’equilibrio perfetto è quando l’ispirazione è l’architettura stessa! Nel corso degli anni, inevitabilmente, ho fatto una lista considerando gli edifici più stimolanti del mondo, dal punto di vista di un artista digitale specializzato nel videomapping. Sono lieto di dire che il Colosseo Quadrato fa parte di loro!

Stessa filosofia che unisce il passato con il futuro nella mostra al Senato Romano, all’interno del Parco Archeologico del Colosseo, con Makinarium che svela la produzione degli artigiani degli effetti speciali, prestati dal cinema alla moda, con una immagine per Gucci che si ritrova nella scultura romana del primo secolo: il Togato Barberini.

Videocittà sarà infine moda e arte contemporanea, nei suoi legami con il mondo del cinema con progetti e spettacoli, diffusi in tutta la città, che porteranno il pubblico in luoghi inediti, anche alcuni che non sono normalmente accessibili ai visitatori. Ogni appuntamento è stato concepito per esaltare il carattere unico di Roma come città creativa e visionaria, capace di accogliere ogni espressione artistica contemporanea che varia dalla videoarte al fashion film festival di Diane Pernet con Bulgari, al videomapping.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>