Valentina Lodovini: “Mi ha destabilizzato girare Cose dell’altro mondo”

di Diego Odello

La bravissima Valentina Lodovini, intervistata da Simonetta Robiony su La Stampa, rivela di essere felice di risultare agli occhi delle persone una ragazza comune, come tante altre:

E questo è il bello. Non essere riconosciuta. Sentirsi dire: Non sei tanto alta, come credevo. Ma non c’hai ‘sto gran seno, Hai pure un po’ di pancia. Che piacere! Essere nessuno per potere interpretare chiunque. Ho fatto una promessa a me stessa: difendere il mio anonimato: se qualcuno prova a violarlo divento omertosa. L’attore è quello che fa davanti alla macchina da presa, su un palcoscenico, in tv: non è quello che vive nella vita privata.

L’attrice, apprezzata dal pubblico e dalla critica (nel suo palmares figurano un David di Donatello per Benvenuti al Sud e un Ciak d’oro per Fortapasc), prossimamente la vedremo in Cose dell’altro mondo, la provocatoria commedia diretta da Francesco Patierno:

Mi ha destabilizzato, girarlo. Patierno voleva che ci sentissimo liberi, che le immagini vemnissero fuori sporche, che non si avvertisse la presenza della macchina da presa. Ma io ho bisogno di gabbie e di certezze. Ci ho provato ma è stata una gran fatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>