Sette le pellicole italiane al Raindance Film Festival 2013

di Pina

Inizierà il 25 settembre il Raindance Film Festival di Londra, la kermesse di cinema indipendente più grande ed importante d’Europa. Per quest’anno sono previste oltre 300 pellicole che saranno giudicate dalla star non presente dell’edizione 2013 del Raindance Festival, il giornalista Julian Assange.

Ma le sorprese di questa edizione del Raindance Film festival non sono finite qui e riguardano sia la giuria che le pellicole in programma.

La giuria del Raindance Festival 2013

In giuria, per questa edizione del festival indie creato da Elliot Grove, oltre al blindato Assange (che guarderà le proiezioni dal suo rifugio all’ambasciata dell’Ecuador a Londra), ci saranno anche due italiani: Martina Amati, regista che ha vinto un Bafta, e Carlo Cresto-Dina, già in forze alla Fandango e ora proprietario di una sua piccola società cinematografica.

Le sette pellicole italiane del Raindance Festival 2013

Grazie anche alle energie spese dall’Istituto di cultura italiana di Londra, al Raindance Film festival 2013 parteciperanno ben sette pellicole italiane indipendenti. In gara ci sono Arianna, di Alessandro Scippa (presentato il 2 ottobre),  Dimmi che destino avrò di Peter Marcias (4 ottobre), L’arte della felicità di Alessandro Rak (3 ottobre), L’ultima foglia di Leonardo Frosina (3 ottobre), The Repairman di Paolo Mitton (3 ottobre), La nave dolce di Daniele Vicari (4 ottobre) e, infine, My words& I di Mirko Pincelli (6 ottobre).

Commenti (1)

  1. nov23 Very decent site, well opzdimtei! You am able to see you contain put lots of work in to her. After how the content, even though it does not lie inside circles connected with interest, is within a very active too!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>