Rai Cinema, Paolo Del Brocco: “Continuiamo a raccontare la società e la realtà in cui viviamo”

di Diego Odello

L’amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco ha spiegato a Primissima la linea editoriale che ha adottato e che continuerà ad adottare l’azienda in ambito cinematografico:

La linea editoriale di RaiCinema non è cambiata e non cambierà. Sia sul piano dei contenuti che su quello degli investimenti. Continuiamo a raccontare la società e la realtà in cui viviamo, con tante storie che attraversano tutti i generi possibili, quindi dalla grande commedia popolare, al film d’autore, al film drammatico, al film di genere. Con uno spettro di racconto il più ampio possibile. come si addice ad un’azienda di servizio pubblico.

A proposito del listino 2012, oltre a ricordare alcuni dei successi americani che sono stati distribuiti o che verranno rilasciati nel corso dell’anno, snocciola qualche titolo italiano di primo piano:

E’ un listino importante, che rispecchia esattamente questa nostra vocazione e che d’altro canto testimonia la grande fiducia che il cinema italiano ci rivolge. Dalla commedia sofisticata di ‘Magnifica presenza‘ di Ozpetek all’impegno civile di ‘Romanzo di una strage‘ di Giordana, al cinema di genere di ‘Acab‘ di Sollima, al cinema d’autore di Amelio con ‘Il primo uomo‘ o di Garrone con ‘Big House‘, al cinema contemporaneo di ‘Un giorno questo dolore ti sarà utile’ di Faenza, allo straordinario esperimento di ‘Cesare deve morire‘ dei fratelli Taviani, che in questo caso abbiamo solo prodotto e non distribuito, alla nuove commedie di Virzì (‘Tutti i santi giorni‘), di Massimiliano Bruno (‘Viva l’Italia‘) e di Fausto Brizzi (‘Pazze di me‘).

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>