Monicelli La versione di Mario, al cinema da questa sera

di Pina

Sarà nelle sale italiane a partire da questa sera, 4 giugno, il documentario Monicelli. La versione di Mario, un documento importante che cerca di scoprire chi è Mario Monicelli, personaggio iconico e rappresentativo del cinema italiano.

Monicelli. La versione di Mario è diretto da cinque registi – Mario Canale, Felice Farina, Mario Gianni, Wilma Labate, Annarosa Morri –  che hanno amato conosciuto ed amato i personaggi che il regista ha portato sullo schermo e che qui cercano di fare del regista un ritratto personale  e artistico.

I cinque autori di Monicelli. La versione di Mario, hanno voluto incontrare il grande regista italiano per cercare di captare i pensieri di questa grande uomo e artista tanto sulla vita quanto sul cinema. Un ritratto a tutto tondo, una sorta di omaggio, che ci restituisce l’intelligenza, il senso dell’ironia e l’onestà di Mario Monicelli, le stesse qualità che lui ha sempre messo nei suoi film e nei suoi personaggi.

Mario Canale e Annarosa Morri hanno incontrato Monicelli in vari momenti della sua carriera e da questi materiali, ai quali sono stati aggiunti quelli di repertorio, ne è nato questo grande documentario diviso in cinque capitoli:

Mestiere”: racconta la lunga avventura di Mario Monicelli, dalla sua gavetta come prima come “ciakkista”, poi come aiuto regista e poi ancora come sceneggiatore, fino ad oggi con il suo palmares da 63 titoli da regista.

Origini”: adolescenza e formazione viareggina, le immagini del primo film “Pioggia d’estate “, la partenza per l’Africa e l’arrivo a Cinecittà.

Confidenze”: le donne e le femmine di Mario Monicelli.

Ridere”: da “Totò cerca casa” di Monicelli e Steno,  all'”Armata Brancaleone”.

Politica”: la contemporaneità di Monicelli, la sua etica, le sue convinzioni politiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>