Diaz, Elio Germano: “Il film non accontenterà nessuno”

di Pietro Ferraro

Il regista Daniele Vicari, il produttore Domenico Procacci e l’attore Elio Germano intervistati dal sito Il Corriere Nazionale parlano dell’atteso Diaz. Non lavate questo sangue, nelle sale dal prossimo 13 aprile. La pellicola racconta della famigerata nottata del 21 luglio 2001 quando a Genova, durante il G8, 400 poliziotti fecero irruzione nella scuola Diaz con conseguenze devastanti.

Il regista Daniele Vicari:

In Diaz vi racconto solo la realtà…Non ho raccontato vicende private. Ho fatto un film corale con 140 personaggi ispirati alla realtà, ma con nomi di fantasia.

Domenico Procacci produttore della Fandango:

Pur non essendo un’opera pregiudizialmente contro la polizia da parte delle forze dell’ordine ci è stato negato qualsiasi aiuto. Ho chiesto un incontro con Antonio Manganelli, il capo della Polizia e gli ho lasciato la copia della sceneggiatura: Diaz non è un processo alla Polizia, ma racconta quei fatti e quelli di Bolzaneto attraverso gli atti del processo, dove in appello è arrivata la condanna per la polizia.

Elio Germano che interpreterà il giornalista Luca Gualtieri, liberamente ispirato a Lorenzo Guadagnini cronista del Resto del Carlino che fu arrestato e subì la frattura delle braccia:

Il film non accontenterà nessuno: il regista ha scelto di non aggiungere nulla alla ricostruzione dei fatti scandita dagli atti del processo.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>