David di Donatello 2012, vincitori: Cesare deve morire miglior film, ai Taviani la regia, Terraferma a secco

di Diego Odello

Sono stati annunciati i vincitori dei David di Donatello 2012: il favorito Terraferma è rimasto a bocca asciutta ed è stato sonoramente sconfitto da Cesare deve morire, premiato con cinque statuette, comprese quelle per il miglior film e per la miglior regia, quella dei Fratelli Taviani. Si porta a casa cinque riconoscimenti (tutti tecnici) anche This must be the place. Dopo il salto potete leggere la lista completa dei premi assegnati.

Migliore film: Cesare deve morire
Migliore regista: Fratelli Taviani
Migliore attore protagonista: Michel Piccoli per Habemus Papam
Migliore attricce protagonista: Zhao Tao per Io sono lì
Migliore regista esordiente: Francesco Bruni per il film Scialla!
Migliore sceneggiatura: Paolo Sorrentino e Umberto Contarello per il film This must be the place.
Migliore produttore: Grazia Volpi per Kaos cinematografica, in associazione con Stemal Entertainment, Le talee, associazione culturale la Ribalta, in collaborazione con Rai cinema per il film Cesare deve morire.
Migliore attrice non protagonista: Michela Cescon per il film Romanzo di una strage.
Migliore attore non protagonista: Pierfrancesco Favino per il film Romanzo di una strage.
Migliore direttore della fotografia: Luca Bigazzi per il film This must be the place.
Migliore musicista: David Byrne per il film This must be the place.
Migliore canzone originale: If it falls, it falls, musica di David Byrne, testi di Will Oldham, interpretata da Michael Brunnock per il film This must be the place.
Migliore scenografo: Paola Bizzarri per il film Habemus papam.
Migliore costumista: Lina Nerli Taviani per il film Habemus papam.
Migliore truccatore: Luisa Abel per il film This must be the place.
Migliore acconciatore: Lim Santantonio per il film This must be the place.
Migliore montatore: Roberto Perpignani per il film Cesare deve morire.
Miglior fonico di presa diretta: Benito Alchimede e Brando Mosca per il film Cesare deve morire.
Migliori effetti speciali visivi: Stefano Marinoni e Paola Trisoglio per il film Romanzo di una strage.
Miglior film dell’Unione europea: Quasi amici di Olivier Nakache e Eric Toledano (Medusa film).
Miglior film straniero: Una separazione di Asghar Farhadi (Sacher distribuzione).
David giovani: Scialla! di Francesco Bruni.
Miglior documentario di lungometraggio: Tahrir liberation square di Stefano Savona.
Miglior cortometraggio: Dell’ammazzare il maiale di Simone Massi.
David speciale 2012: Liliana Cavani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>