L’oro di Napoli di De Sica visto da Wes Anderson

di Pina

Il noto regista statunitense Wes Anderson è riuscito, negli anni, a caratterizzarsi per un suo stile ben definito, e questa è una cosa che non si può dire per tutti i registi. Anderson continua ad evolversi, come si è potuto vedere nei suoi recenti film, “Moonrise Kingdom” e “The Grand Budapest Hotel”, ma per il suo prossimo lavoro potrebbe spingersi ancora più in là. 

Il regista sta infatti pensando di tornare alla stop-motion, tecnica che aveva utilizzato nel suo bellissimo “Fantastic Mr. Fox”, candidato a due premi Oscar, ed aveva incrociato questa tecnica anche precedentemente con “Le avventure acquatiche di Steve Zissou”. Tutti film comunque in sintonia perfetta con la sua opera.

Ma la notizia è che durante un’intervista al Lisbon And Estoril Film Festival, Anderson ha confessato di voler realizzare un film in stop-motion composto da 7 episodi, tutti ambientati a Napoli, proprio come il capolavoro di Vittorio De Sica “L’oro di Napoli”, film del 1954 con Sophia Loren, Totò, Eduardo De Filippo, Tina Pica, Gigi Reder e Silvana Mangano. 

Sarebbe, questo, un inedito omaggio del regista statunitense al cinema italiano e ad un suo grande protagonista come De Sica, 4 volte Premio Oscar.

Staremo a vedere gli sviluppi di questo singolare progetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>