Cinema italiano in sala dal 4 ottobre 2012: Un giorno speciale, Padroni di casa, All’ultima spiaggia

di Pietro Ferraro

L’appuntamento con le prime cinematografiche del weekend a partire da questa settimana è anticipato al giovedì. Tre i titoli italiani che debutteranno nelle sale questo fine settimana: Un giorno speciale, il nuovo film di Francesca Comencini selezionato in concorso al Festival di Venezia, Padroni di casa, unica pellicola italiana in concorso al Festival di Locarno che vede il ritorno su grande schermo del cantante Gianni Morandi e infine All’ultima spiaggiacommedia a episodi con i comici Dario Bandiera e Antonio Giuliani.

UN GIORNO SPECIALE (drammatico / commedia di Francesca Comencini con Filippo Scicchitano e Gulia Valentini):

Gina e Marco sono giovanissimi e decisi a diventare “qualcuno”. Si incontrano una mattina in una periferia stralunata alle porte di Roma. Lei ha un appuntamento con un politico che potrebbe mettere una buona parola e aiutarla a entrare nel mondo dello spettacolo, lui è l’autista che ha il compito di condurla all’appuntamento. E’ l’occasione che entrambi aspettavano. Il primo giorno di lavoro. L’entrata nel mondo dei grandi. Ma niente va come deve andare. Il politico, impegnato in una seduta parlamentare che si protrae all’infinito, rimanda di ora in ora l’appuntamento lasciando i due ragazzi in un limbo di attesa che si trasforma ben presto in una giornata speciale. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

ALL’ULTIMA SPIAGGIA ( commedia di Gianluca Ansanelli con Dario Bandiera, Aurora Cossio, Alessandro Di Carlo, Carmine Faraco, Giuseppe Giacobazzi, Antonio Giuliani, Nicole Grimaudo, Ivano Marescotti, Paola Minaccioni, Ernesto Mahieux):

La tv lancia un nuovo reality: vince il più disperato d’Italia. In un paese all’ultima spiaggia, si presentano in migliaia. Le loro storie raccontano sempre una forma di precariato: lavorativo, familiare, sociale, perfino sentimentale. Come quello di Ester, combattuta tra l’amore per Ramona, e quello per il suo ex Riccardo, al quale le chiedono il seme per generare un figlio. Poi c’è Paolo, guardia giurata, che dopo l’ennesimo rifiuto di un mutuo da parte della banca in cui lavora, tenta goffamente di rapinarla! Antonio, romano di borgata sposato con la sensualissima dominicana Carmen di cui è innamoratissimo. Almeno finché i due amici del cuore, non scoprono che la donna ha uno scabroso passato di attrice porno. Infine, l’imprenditore padano Fabio, a seguito di un infarto, si ritrova ricoverato nell’ospedale più scalcinato di Napoli per subire un intervento al cuore…

PADRONI DI CASA (commedia di Edoardo Gabbriellini con Valerio Mastandrea, Elio Germano, Gianni Morandi, Valeria Bruni Tedeschi, Francesca Rabbi, Mauro Marchese, Lorenzo Rivola, Alina Gulyalyeva, Giovanni Piccinini):

Cosimo ed Elia sono due piastrellisti di Roma incaricati dal cantante Fausto Mieli di ripavimentare la terrazza di casa. Cantante di grande successo, Fausto ha scelto di ritirarsi dalle scene in seguito a una grave malattia della moglie Moira costretta su una sedia a rotelle. Nonostante le grandi manifestazioni di affetto, è evidente che tra Fausto e Moira c’è qualcosa che non va. La coppia vive ritirata dal mondo in un angolo all’apparenza paradisiaco dell’Appennino tosco-emiliano. Per sostenere la promozione turistica, Fausto ha accettato di tornare ad esibirsi in pubblico. Anche Elia e Cosimo non sembrano ciò che sono. Cosimo, il fratello maggiore, ha alle spalle storie difficili che l’hanno segnato in profondità. Elia, pur amando il fratello, ne subisce la presenza come un limite. La piccola comunità accoglie sin da subito i due fratelli con grande diffidenza, come due stranieri. E se Elia tenta di comportarsi in maniera estremamente professionale, Cosimo non può fare a meno di cedere al fascino del divo Fausto Mieli. Poco alla volta le diffidenze fra i due fratelli e il resto del paesino si acuiscono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>