Cinema italiano in sala dal 31 ottobre 2012: E io non pago – L’Italia dei furbetti, Il gemello

di Pietro Ferraro

Uscite in sala dell’ultimo fine settimana di ottobre anticipate al mercoledì per la festività di Ognissanti. Escono al cinema la commedia corale E io non pago – L’Italia dei furbetti di Alessandro Capone e il film d’autore Il gemello di Vincenzo Marra presentato a Venezia 69. Dopo il salto trailer, locandine e schede dei film.

E IO NON PAGO – L’ITALIA DEI FURBETTI (commedia di Alessandro Capone con Maurizio Mattioli, Maurizio Casagrande, Jerry Calà, Enzo Salvi, Valeria Marini, Nini Salerno):

Il maresciallo Remo Signorelli e il brigadiere Riccardo Riva della Guardia di Finanza vengono mandati, in avanscoperta, a preparare “bliz antievasione” a Poltu Quatu, bellissimo centro turistico sulla Costa nord orientale della Sardegna. Splendida località, gestita in maniera moderna e irreprensibile, anche a Poltu Quatu, però, rispetto all’evasione fiscale ci sono alcune “mele marce” che circolano attorno al commercialista romano Massimiliano Grilli, un vero “maestro dell’evasione”. Remo girando per locali rincontra casualmente il suo vecchio amico Fulvio che ne gestisce uno di gran moda nella movida notturna. Non è cambiato da quando si frequentavano molti anni fa. E’ sempre pronto a correre dietro una gonnella e ad andare a letto quando il sole si sta già alzando, proprio come allora. Fulvio accoglie Remo come un vecchio, caro, amico: non sa, naturalmente, che ora è un maresciallo della finanza in missione e inconsapevolmente gli fa da “Caronte” attraverso i segreti della grande evasione fiscale. In realtà Remo ce l’ha con il suo vecchio amico per un’antica storia di donne che risale addirittura all’ultimo anno di liceo: è convinto che sia andato a letto con la ragazza che poi Remo ha sposato e con la quale tutt’ora condivide un felice matrimonio e due figli.

IL GEMELLO (documentario di Vincenzo Marra con Raffaele Costagliola (“Il Gemello”, Detenuto del Centro Penitenziario di Secondigliano, Domenico Manzi (“Niko”, Ispettore Coordinatore del Centro Penitenziario di Secondigliano, Detenuti della Prima Sezione del Reparto Adriatico del Centro Penitenziario di Secondigliano, Corpo di Polizia Penitenziaria del Centro Penitenziario di Secondigliano, Gli Operatori del Centro Penitenziario di Secondigliano, Familiari di Raffaele Costagliola):

“Il Gemello” è il nomignolo di Raffaele. Ha 29 anni e due fratelli gemelli. E’ entrato in carcere all’età di 15 anni per aver rapinato una banca, da 12 vive li dentro. Raffaele non è un detenuto normale, ha carisma e gode di grande “rispetto” da parte degli altri detenuti. Il carcere circondariale di Secondigliano (Napoli) è la sua casa, lì, in quel luogo di dolore, vive con il suo compagno di stanza Gennaro; coetaneo e condannato all’ergastolo. Con lui lavora alla raccolta differenziata dei rifiuti e grazie a questo lavoro mantiene la sua famiglia d’origine. Raffaele ha un rapporto speciale anche con Niko, il capo delle guardie carcerarie con cui parla e si confronta. Niko sta cercando di introdurre nelle sezioni carcerarie che dirige regole più umane e attente all’individuo. Il film è un viaggio all’interno dei luoghi fisici e dell’anima di Secondigliano, dagli spazi angusti delle celle, al parlatoio in cui si incrociano le esistenze dei tre protagonisti tra piccoli e grandi avvenimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>