Caro Nanni, avevi ragione tu sul Papa