Bombolo: da Tomas Milian ad Enzo Cannavale una carriera da spalla

di Pietro Ferraro

Oggi vogliamo omaggiare una spalla o se preferite un caratterista di quelli che ci hanno regalato tanto buonumore e massicce dosi di grasse risate, ci riferiamo a Franco Lechner in arte Bombolo (1 gennaio 1932/23 agosto 1987), senza dubbio un attore appartenente a quel cinema che molta critica ancora oggi definisce con un certo snobbismo basso o peggio ancora trash.

Noi preferiamo parlare di B-movies all’italiana che nell’immensa filmografia realizzata tra gli anni ’70 e ’80 hanno prodotto tanto buon cinema di genere e rimanendo solo nell’ambito della commedia basta citare un paio di titoli che ad oggi restano dei piccoli classici come  Vieni avanti cretino di Banfi o l’Eccezzziunale…veramente di Abatantuono. A questi si aggiungono tutta la serie di commedie che hanno visto Bombolo affiancare un Tomas Milian d’annata, vedi tutta la serie Squadra e quella Delitto, senza dimenticare i memorabili duetti con il grande Enzo Cannavale, che hanno toccato esilaranti picchi di comicità in classici come Delitto al ristorante cinese e Una vacanza del cactus.

Lasciamo quindi spazio alle immagini con tre clip, tra cui un’intervista a Milian che ci raccontano Bombolo alias Venticello e ne celebrano una vita all’insegna dell’amore per il cinema e la risata.

Bombolo è un personaggio che non è stato capito, ma era di una comicità travolgente. Io lo conobbi in trattoria, da Picchiottino, tantissimi anni fa. Il comico è quello che tu entri, lui ti guarda e tu ridi. (Pier Francesco Pingitore)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>