Inhumane Resources, il nuovo corto di Michele Pastrello

di Pietro Ferraro Commenta



Dopo le disturbanti suggestioni oniriche di Ultracorpo, torna Michele Pastrello con il suo nuovo corto Inhumane Resources. Il regista si sgancia dalle consuete atmosfere thriller-horror, ma rimane fortemente ancorato ad un cinema di genere che esprime un forte bisogno di veicolare contenuti che vadano oltre tecnica ed intrattenimento.

Inhumane Resources citando Orwell ci mostra, in una fabbrica deserta, uno scontro all’ultimo sangue in stile Battle Royale che coinvolge un quartetto di agguerriti giovani. Come di consueto la tecnica sfoggiata da Pastrello è di altissimo profilo, amplificata dall’utilizzo dell’alta definizione e da un ritmo che si fa frenetico e violento e ci conduce ad un finale in cui si prova a dare un nuovo ed inquietante significato al concetto di forza-lavoro.

La location del corto si trova in provincia di Treviso e il cast include tutti attori esordienti: Mariasole MichielinIsacco Tognon, Michela ViragoAlessandro Serio Marzio Dias.

Sinossi:

In una zona industriale, quattro giovani in camicia bianca e cravatta nera combattono uno contro l’altro, senza regole e a mani nude. Ognuno di loro indossa una microcamera che filma in tempo reale quello che stanno facendo. Solo uno di loro potrà sopravvivere. Unica ricompensa del sopravvissuto sarà quella di avere un futuro.

N.B. il film sarà visibile free dal 23 marzo in streaming su www.sugarpulp.it.

IL SITO UFFICIALE DI INHUMANE RESOURCES

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>